Alimentazione viva

Avà, grazia à i libri esoterichi è pseudo-scientifichi, u cuncettu di "Alimentazione viva"E in questu sensu, ci hè una certa cunfusione in a definizione chjara di tali prudutti. Qualchissia cunsidereghja solu frutti è ligumi per esse prudutti vivi, qualcunu include ancu grani, sementi è noci in questu cuncettu. Ma, strettamente parlante, per definizione, ogni bioorganismu chì pò dà a vita pò esse attribuita à i prudutti viventi.

Non solu i frutti senza trasfurmazioni cù e sementi, e piante cù un sistema radicale è e sementi, i grani è e noci stesse, ma ancu l'animali, l'ova, i pesci, l'uccelli è l'insetti rispondenu à tali criteri. Cusì, ricorrendu à una spiegazione cusì scientifica di l'alimentu, a ghjente spessu ghjoca cù e parolle, ingannassi stessi è l'altri. In fatti, vale a pena d'aghjunghje eccezioni à sta definizione, vale à dì: "L'alimentazione umana ideale deve esse viva, ma cù alcune eccezioni". Per esempiu, certi funghi è bacche sò vivi, ma in listessu tempu, velenosi.

Inoltre, a maiò parte di a pupulazione di u mondu (eccettu i populi sittintriunali) ùn puderà micca manghjà esseri viventi cù impunità per i so corpi. In cunclusioni, vogliu aghjustà chì ancu i frutti è ligumi venduti in i magazzini sò in fattu prudutti di l'alimentariu viventi, ma sò cusì remoti da a natura naturale. chì pò stà nantu à i scaffali per mesi senza decadenza.

Lascia un Audiolibro